Giampaolo Lo Conte alla London Blockchain Week

Oltre 50 esibizioni di blockchain da parte di compagnie internazionali alla quarta edizione della settimana londinese dedicata alla conoscenza delle criptovalute.

Il mondo dei Bitcoin è in continua espansione: dalla loro nascita ad oggi infatti l’interesse per le criptovalute è cresciuto costantemente fino a coinvolgere gli attori istituzionali di intere società.  Proprio per questo motivo sono ormai all’ordine del giorno conferenze, eventi e programmi formativi tesi alla sensibilizzazione e conoscenza delle criptovalute, considerate una delle innovazioni economiche e tecnologiche più importanti del nostro secolo. Tra le tante iniziative legate ai Bitcoin non possiamo non citare la London Blockchain Week, un appuntamento che si ripete ormai dal 2015 e che vede la presenza di grandi esperti e speaker del settore.  Tra gli attori principali di questa nuova edizione citiamo IBM, BTCC, IOTA Foundation e Gibraltar Stock Exchange, colossi della tecnologia che hanno tenuto conferenze al cospetto di un pubblico internazionale formato da aziende, start-up, privati e governi che hanno ormai fiutato le potenzialità della valuta virtuale.

In particolare la settimana londinese è incentrata sulla tecnologia Blockchain, la piattaforma che rende possibile la creazione, lo scambio e la valorizzazione delle criptovalute attraverso un sistema di dati distribuiti e dunque sicuri.

Schermata 2018-02-01 alle 18.13.57.png

La London Blockchain Week è conclusa pochi giorni fa con i Workshop promossi dai tanti sponsor associati all’iniziativa. Il tutto si è svolto nel contesto dell’aumento vertiginoso dei prezzi delle valute digitali e dell’accelerazione dei test e dell’attuazione delle piattaforme Blockchain nei servizi finanziari, legale, sanitario e molti altri settori. Sta diventando vitale per le aziende comprendere le incredibili possibilità che derivano dall’adozione di questa tecnologia. Le compagnie internazionali che hanno svolto delle vere e proprie exhibition sono state 50 mentre 25 sono le compagnie ICO e Blockchain che hanno partecipato alle conferenze tra cui: Viola.AI, Bethereum, Chainium, CharityStars, Atonomi, Lucyd, Bitcar, NEM Foundation, DeepRadiology, All Public Art e Viewly. A tal proposito, a margine della manifestazione, il suo fondatore Luis Carranza, ha dichiarato: “Con il prezzo di bitcoin e altre valute digitali, la tecnologia blockchain sottostante ha un enorme impatto su tutti i settori, ora è il momento di venire e incontrare le aziende che stanno guidando questi cambiamenti e discutono  sul futuro di Blockchain.

Principali speaker intervenuti:

Alexander Kokhanovskyy, CEO e co-fondatore, DreamTeam

Jason Kelley, direttore generale, IBM Blockchain Services, IBM

Bobby Lee, CEO, co-fondatore, BTCC

Dominik Schiener, co-fondatore, Fondazione IOTA

Philip Young, Direttore marketing, Borsa di Gibilterra (GSX Limited)

Gli sponsor della London Blockchain Week 2018

DreamTeam

Piattaforma di reclutamento e gestione di gaming che utilizza blockchain e smart contract per sbloccare un’economia multi-miliardaria basata sul token dreamteam

Abt Associates e Bank of PNG (Papua Nuova Guinea)

Abt opera nei Paesi in via di sviluppo, aiutandoli a realizzare grandi progetti. Alimentano la blockchain ritenendola una tecnologia valida per i governi

Borsa di Gibilterra (GSX e GBX)

La Borsa Valori di Gibilterra (GSX) è operativa dal 2014 e agisce su un mercato regolamentato dell’UE riconosciuto dall’ESMA e dal Regno Unito. Ha lanciato la sua ultima iniziativa, la Gibraltar Blockchain Exchange (GBX), una sussidiaria che sta costruendo uno scambio di criptovaluta e una piattaforma di vendita di token.

BitFlyer

Azienda operante nei Servizi di cambio valuta e blockchain virtuali

Schermata 2018-02-01 alle 18.14.37.png

Presente all’evento anche Giampaolo Lo Conte, imprenditore e trader internazionale di successo da sempre attratto dalle innovazioni tecnologiche e attento ai temi che riguardano l’economia globale. Nella sua lunga carriera, Giampaolo Lo Conte ha avuto modo di conoscere e collaborare con i più grandi personaggi dell’alta finanza e grazie ai suoi studi di rappresentanza dislocati nelle più importanti città economiche del mondo come Roma, Londra e New York, riesce a partecipare attivamente ed in modo assiduo alle più importanti manifestazioni economiche internazionali. “Da alcuni mesi è cresciuta l’attenzione sulle criptovalute – ha dichiarato Giampaolo Lo Conte in una intervista pubblicata sul web – non solo per motivi finanziari (l’oscillazione del Bitcoin sui mercati delle criptovalute ha fatto parlare di sé su importanti testate nazionali, ndr), ma soprattutto per motivi tecnologici. La “blockchain” è una rivoluzione informatica che sto seguendo da vicino, è un nuovo modo di gestire e mettere in sicurezza i dati digitali attraverso l’uso della crittografia. L’utilizzo di questa tecnologia ci permetterà di risolvere una serie di problemi del mondo digitale e renderà gli ambienti informatici ancora più sicuri. Sono convinto che le criptovalute non sono una “moda”, ma appartengono ormai al tessuto finanziario globale”. Il trader italiano, già presente alla Cryptoconference di Mosca del 28 novembre scorso, ha poi ribadito l’importanza di partecipare a simili eventi, non solo per “tenersi al passo con i tempi”, quanto per cercare di anticiparli e scovare nuove opportunità economiche.